Plurimi

Durante i primi anni Settanta, Gabriella Crespi dà inizio alla celebre serie dei "Plurimi" - il cui nome voleva essere un omaggio all'artista Emilio Vedova - costituita da mobili ‘metamorfici’ giocati sulla possibilità di evoluzione di una stessa forma. Il debutto avviene nel 1970 con il tavolo “2000”, coffee table dalle lunghe ali estraibili, il “Cubo Magico” e i tavoli “Dama” e “Scultura” . Materie privilegiate sono l'acciaio e l'ottone, talvolta satinato, altre volte a effetto specchiante, la lacca bianca, nera, rosso cremisi come la scocca di una fiammante fuoriserie, il plexiglas trasparente, la rete metallica e la pietra, travertino o marmo rosa di Persia. Fanno parte dei”Plurimi” anche i celebri "Divano Quick Change" (1972), "Puzzle Table" (1973), “Ellisse” e “Cubo Tondo” (1976), e i ‘tavoli-macchina’ della collezione “Yang Yin” (1979).
 
 
 
 
P.IVA: IT07827950960